La Biblioteca di Hogwarts – Christmas Edition

 

Passeggiando per Diagon Alley inizia già a sentirsi aria di Yule e con lei si fa strada anche l’eterno dilemma “Che regalo gli/le faccio?” Per quanto mi riguarda, la vista di un pacchetto quadrato dagli angoli appuntiti sotto l’albero mi emozione più di una finale di quidditch… No, ok, forse sto esagerando, ma ho reso l’idea: un libro è sempre un regalo apprezzato!

Ma qual è il libro giusto? Un giro al Ghirigoro può schiarire le idee: in vetrina ci sono sempre gli ultimi best seller, come il nuovo libro di Rita Skeeter, o i libri di cucina che sotto le feste sono i più gettonati, anche se da quando esce la nostra rubrica GialloTassorosso direi che qualsiasi libro di cucina ha perso un po’ del suo fascino.

christmas-books[1]

Un grande classico natalizio rimane il “Canto di Natale” di Charles Dickens. Nonostante lo scrittore fosse un babbano, questo libro è ugualmente presente in tutte le librerie e le biblioteche magiche ed è un’ottima lettura da fare vicino al camino con una buona burrobirra in mano. La storia più che conosciuta è la vicenda di Scrooge, un uomo avido e egoista che la notte della vigilia di Natale viene visitato dal fantasma del suo vecchio socio in affari che gli preannuncia l’arrivo di altri tre spiriti: lo spirito dei Natali passati, del Natale presente e dei Natali futuri. Scrooge si ritrova quindi ad affrontare un viaggio nel tempo per riscoprire la bontà, la generosità e lo spirito stesso del Natale. Il realismo tipico della narrativa di Dickens fa sorgere il dubbio che il Canto di Natale non sia pura opera di fantasia, come dopotutto non lo sono la maggior parte dei suoi altri lavori, ma che lo scrittore si sia trovato davvero a contatto con i fantasmi e il mondo magico e ne abbia tratto ispirazione. Il che farebbe riflettere sull’operato di quegli anni del Ministero per tutelare lo Statuto di Segretezza…

In uscita nei prossimi giorni, invece, quello che si prevede essere il libro perfetto da mettere sotto l’albero: “Magico Yule – Storie, leggende, tradizioni e curiosità sulla festa più bella dell’anno”, di Clotilde Buratti. Una piccola perla adatta a lettori di tutte le età che spiega in modo semplice e elegante tutte le tradizioni magiche e babbane legate a questa festività: quali sono le canzoni natalizie più famose, perché viene appesa alla porta una ghirlanda, quali sono le piante e i colori maggiormente legati a questo giorno e perché ci scambiamo dei doni. I capitoli, a mio parere, più interessanti, sono due: quello dedicato alla Stella di Natale, o poinsezia, e quello sull’Albero di Natale. Sapevate che la poinsezia è stata creata da un mago americano, Joel Poinsett, a metà Ottocento proprio con lo scopo di diventare un addobbo natalizio? Nel libro vengono infatti sfatate le dicerie che vedono questo bellissimo fiore come un rimedio per tenere lontani gli gnomi. Per quanto riguarda l’albero, invece, sono interessanti e suggestive le leggende sulla nascita dell’usanza di addobbare l’abete e un elenco di incantesimi per avere un albero unico e invidiato da tutti.

E, ricordate, se vi baciate sotto al vischio, attenti ai Nargilli!

 


  • Copyright © 2013-2016 Avventure Magiche

    Harry Potter Publishing Rights © JK Rowling. Harry Potter characters, names and related indicia are trademarks of © Warner Bros. Ent. All rights reserved.